Paralbergheria, si prevede un inverno così così
Paralbergheria, si prevede un inverno così così (keystone)

Freddo inverno per il turismo

La paralbergheria svizzera prevede una stagione in chiaro-scuro

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il settore paralberghiero elvetico si appresta a vivere una stagione invernale in chiaro-scuro. La clientela indigena rimane fedele, mentre quella europea appare più prudente, afferma l'organizzazione di categoria  Parahotellerie svizzera. Un anno fa appartamenti di vacanza, ostelli e camping stavano nettamente avanzando, ma la situazione è radicalmente mutata con lo shock del franco nel gennaio 2015.

Nel comparto residenze di vacanza Interhome ha registrato prenotazioni dall'estero in calo dell'11% quest'estate, un trend che si manterrà anche in inverno: i primi dati parlando di un -35% per i tedeschi e -39% per gli olandesi. Complessivamente l'arretramento è attualmente del 19%. Reka registra invece un aumento del 3% delle prenotazioni per febbraio e marzo. Questo dipende però anche da una nuova offerta in Vallese.

Gli ostelli segnano per la prima parte dell'inverno un +10%, da mettere in relazioni soprattutto con i contratti per l'alloggio di profughi. Nel settore turistico invece ci si aspetta una contrazione, analogamente a quanto accaduto in estate (-6%). Lo stesso discorso vale anche per i camping TCS.

Red.MM/ATS/Swing

Condividi