Veicoli in coda e persone ammassate, l'aeroporto di Kabul è nel caos (keystone)

I primi svizzeri lasciano l'Afghanistan

Il DFAE: L'uscita di un numero imprecisato cittadini elvetici dal Paese è avvenuto negli ultimi giorni "in collaborazione con Stati partner"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I primi cittadini svizzeri sono riusciti a lasciare l'Afghanistan. Considerando la situazione stanno bene, ha reso noto il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

L'uscita dei cittadini elvetici dall'Afghanistan è avvenuto negli ultimi giorni "in collaborazione con Stati partner", ha sottolineato il DFAE senza specificare ci quante persone si tratti e da dove siano passate. L'agenzia di stampa tedesca DPA ha però reso noto oggi, giovedì, che quattro svizzeri erano presenti su un volo statunitense per Doha e altri cinque su un volo tedesco per la capitale uzbeka Tashkent.

Da mercoledì sera, quando si parlava di 28 cittadini, non si sono annunciate altre persone. Un commando speciale dell'esercito svizzero lavora a pieno ritmo per far uscire dall'Afghanistan persone con relazioni con la Svizzera.

L'aviazione tedesca, secondo informazioni del ministero della difesa della Germania, ha creato nei giorni scorsi un ponte aereo da Kabul fino alla capitale uzbeka Tashkent, grazie al quale sono state evacuate circa 900 persone di 17 Paesi.

ATS/M. Ang.
Condividi