Le persone interrogate si sono dimostrate più pessimiste sui prossimi 12 mesi (Keystone)

Il clima preoccupa gli svizzeri

I timori legati all'ambiente in cima al barometro annuale del Credit Suisse, assieme ad AVS, energia e relazioni con l'UE

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il clima è la principale preoccupazione degli svizzeri, secondo il barometro 2022 del Credit Suisse, che vede al secondo posto la previdenza vecchiaia e al terzo le questioni energetiche e le relazioni con l’Europa. La pandemia, che l’anno scorso figurava in cima alla lista, non è più invece tra i dieci temi che più inquietano la popolazione.

Il clima, che si tratti della protezione, del cambiamento o delle catastrofi naturali, è la principale preoccupazione del 39% delle persone interrogate. Seguono l’AVS, tema principale nel 37% delle risposte, e poi, a pari merito con il 25%, la crisi energetica e le relazioni con l’Unione Europea. La lista continua poi con l’inflazione e il sistema sanitario. Per la prima volta, i partecipanti al sondaggio hanno menzionato timori legati all'approvvigionamento di energia, medicamenti e derrate alimentari. La preoccupazione legata alla guerra in Ucraina figura solo all’ottavo posto.

Le principali preoccupazioni degli svizzeri
Le principali preoccupazioni degli svizzeri (Credit Suisse)

Gli svizzeri si dimostrano anche più pessimisti sui prossimi 12 mesi: il 19% delle persone interrogate (1'774 persone in tutta la Svizzera) che teme un peggioramento della situazione personale, il dato più alto nei 27 anni in cui la domanda è stata posta.

Condividi