Gay Pride a Bulle (Keystone)

Il primo Gay Pride della Gruyère

Circa 10'000 partecipanti alla sfilata arcobaleno a Bulle, nel Canton Friburgo – “Importante portare il dibattito anche nelle regioni periferiche”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si è tenuto regolarmente oggi (sabato) a Bulle, nel canton Friburgo, il Gay Pride romando 2022. Un'occasione per ricordare innanzitutto la maggiore conquista degli ultimi anni da parte della comunità LGBT svizzera, ossia il matrimonio per tutti che entrerà in vigore fra pochi giorni, a inizio luglio.

“Itinerante sin dalla prima edizione, il Gay Pride romando ha fatto tappa diverse volte nelle capitali cantonali. Quest'anno invece, dopo la parentesi luganese del 2018, la sfilata arcobaleno viene accolta da una località più piccola” spiega alla RSI Gonzague Bochud, presidente della manifestazione, che evidenzia però come Bulle sia pur sempre la seconda città del Canton Friburgo.

Gay Pride a Bulle
Gay Pride a Bulle (Keystone)

Lo slogan prescelto per il primo Gay Pride della Gruyère è “Parlons nous!”: un invito al dialogo per aprire anche nelle regioni periferiche un dibattito sulle difficoltà incontrate dalla comunità lesbica, omo e bisessuale e transessuale, senza dimenticare gli orientamenti ancora poco conosciuti.

Difficoltà e bisogni che cambiano col tempo: molti diritti sono stati acquisiti in anni recenti, come appunto il matrimonio per tutti, “ma altri aspetti restano da affrontare” puntualizza ancora Gonzague, citando la necessità di promuovere la tolleranza verso la transessualità e verso le famiglie arcobaleno.

Alla sfilata odierna erano presenti quasi una quarantina tra gruppi e associazioni e tre partiti politici di area progressista ed ecologista, mentre i partecipanti stimati sono stati circa 10'000.

 

 

SEIDISERA/dielle/joe.p.
Condividi