Non solo misure di sicurezza per combattere la radicalizzazione
Non solo misure di sicurezza per combattere la radicalizzazione (keystone)

Il rischio di attentati resta

Il maggior pericolo in Svizzera sono attacchi jihadisti di piccoli gruppi o individui isolati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La minaccia terroristica resta presente anche in Svizzera, dove il rischio maggiore è quello di un attacco da parte di individui isolati o piccoli gruppi, secondo il terzo rapporto sulla lotta al terrorismo di matrice jihadista.

Il terzo rapporto sulla lotta al terrorismo di matrice jihadista (in francese)

Lo scorso anno il Servizio delle attività informative della Confederazione ha identificato 497 internauti che hanno diffuso dalla Svizzera materiale di propaganda jihadista, mentre ha consigliato di respingere 14 domande d'asilo per motivi di sicurezza. Attualmente sono invece 60 i procedimenti penali aperti nei confronti di individui che si sono uniti a organizzazioni terroriste. In totale sono 81 le persone partite dalla Svizzera per la jihad, di cui 30 con passaporto rossocrociato.

Dal terzo trimestre del 2017 sarà messo in atto un piano per contrastare la radicalizzazione delle persone, con azioni non solo di sicurezza ma anche di prevenzione e sorveglianza.

ATS/sf

Dal TG12.30:

Lotta al terrorismo in Svizzera

Lotta al terrorismo in Svizzera

TG 12:30 di martedì 14.03.2017

Dal TG20:

Dal Quotidiano:

Il piano contro il terrorismo

Il piano contro il terrorismo

Il Quotidiano di martedì 14.03.2017

 

Condividi