In molti si ritengono "esclusi"

Tre cittadini elvetici su dieci non si sentono integrati nella società. Il fenomeno è più accentuato nella Svizzera romanda e in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tre cittadini elvetici su dieci si sentono totalmente esclusi dalla società e uno su cinque un po' escluso. Gli stranieri, i meno istruiti, i giovani, gli anziani, i romandi e i ticinesi sono i più colpiti. Lo rileva uno studio dell'Istituto di sociologia dell'Università di Zurigo.

Le persone tra i 30 e i 61 anni sono tra quelle che affermano di essere le più integrate nella società, soprattutto se sono svizzere, hanno una buona istruzione e vivono nella Svizzera tedesca. Nella Svizzera romanda e in Ticino più persone si sentono escluse.

Lo studio pubblicato sulla Kölner Zeitschrift für Soziologie und Sozialpsychologie rivela che quasi il 17% degli intervistati nutre dubbi sulla propria partecipazione alla società, secondo lo studio condotto nel 2019. I ricercatori dell'Università di Zurigo non hanno riscontrato alcuna differenza tra donne e uomini.

"Non è chiaro perché i membri dei gruppi di lingua latina in Svizzera tendano a sentirsi emarginati", hanno affermato i ricercatori di Zurigo. Studi futuri cercheranno di trovare una spiegazione a questo fenomeno.

Not/Bleff
Condividi