Il Parlamento cantonale dovrà ora esprimersi sulla rimozione dell'immunità della consigliera di Stato
Il Parlamento cantonale dovrà ora esprimersi sulla rimozione dell'immunità della consigliera di Stato (keystone)

Indagata per abuso di potere

È l'ipotesi di reato nei confronti della ministra zurighese Regine Aeppli, per il "caso Mörgeli"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Ministero pubblico del canton Zurigo intende promuovere indagini penali a carico di Regine Aeppli per abuso di autorità.

La ministra cantonale - nel mirino della giustizia per il suo presunto ruolo nel licenziamento di Christoph Mörgeli dal suo incarico all'Università di Zurigo - non è invece sotto indagine per violazione del segreto d'ufficio.

Il punto consiste nel chiarire se la consigliera di Stato abbia effettivamente preteso la rimozione del parlamentare UDC dal suo posto di responsabile del Museo di storia della medicina dell'ateneo.

La diretta interessata nega di aver mai dato tale ordine. Affinchè la giustizia possa procedere, il Parlamento cantonale deve però prima rimuovere l'immunità di cui la ministra è beneficiaria.

L'istanza della procura è stata quindi trasmessa alla Commissione di giustizia del Gran Consiglio, che sarà ora chiamata a pronunciarsi.

Red.MM/ARi

 

 

 

Condividi