Servono due appositi centri di competenza in Svizzera
Servono due appositi centri di competenza in Svizzera (keystone)

Jihadisti, 66 dalla Svizzera

Uno studio mostra che mancano le strutture per farvi fronte - in sei hanno tra i 15 e i 19 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In 66, fino allo scorso mese di marzo, sono partiti dalla Svizzera per unirsi alla jihad. Lo evidenzia uno studio presentato oggi dall'Alta scuola zurighese di scienze applicate (ZHAW), che prende spunto dai dati del Servizio delle attività informative della Confederazione.

Secondo lo studio, tuttavia, mancano strutture adeguate per farvi fronte. La ZHAW propone in particolare la creazione di due appositi centri di competenza, uno in Svizzera tedesca e l'altro in quella romanda, oltre a un servizio telefonico di consulenza a disposizione dei giovani e dei genitori.

La maggior parte dei combattenti sono uomini e donne con un'età compresa tra i 20 e i 35 anni, ma ci sono anche sei giovani tra i 15 e i 19 anni. La cifra complessiva comprende 12 persone convertite all'Islam, 52 di fede musulmana (provenienti da paesi dell'ex Iugoslavia e della Somalia) e 2 di cui non si conosce il credo religioso.

ATS/ads

Dal Tg12.30:

Jihadismo, "più prevenzione in Svizzera"

Jihadismo, "più prevenzione in Svizzera"

TG 13:05 di mercoledì 16.09.2015

Condividi