La ricerca di un posto (KEYSTONE)

La disoccupazione torna a salire

I senza lavoro in Svizzera sono di nuovo più di 100'000. Il tasso è passato dal 2,1% di settembre al 2,2% di ottobre

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La disoccupazione in Svizzera torna a salire, seppur leggermente: in ottobre il tasso dei senza lavoro si è attestato al 2,2%, contro il 2,1% di settembre, valore più basso dal 2001. Nel confronto su un anno vi è stata invece una contrazione di 0,1 punti. I disoccupati hanno di nuovo superato la soglia delle 100'000 persone, per la prima volta dal maggio scorso.

Stando ai dati diffusi venerdì dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO) alla fine di ottobre 101’684 persone erano iscritte presso gli uffici regionali di collocamento (URC), 2'586 in più di 31 giorni prima. Nel confronto su 12 mesi è stato osservato un calo di 5'631 unità.

In Ticino i senza lavoro erano 4'436: 163 più di settembre e 277 in meno di ottobre 2018. A titolo di confronto, la media annua del 2018 è stata di 4'953, quella del 2017 di 5'667. A sud delle Alpi il tasso è al 2,6% (+0,1 punti su base mensile, -0,2 annuale). Nei Grigioni la disoccupazione è all'1,3% (+0,5 mensile, -0,1 annuale). I senza lavoro sono 1'422 (+570 su settembre e -89 su base annua).

A llivello nazionale il numero dei posti vacanti annunciati agli Uffici regionali di collocamento è diminuito in ottobre di 3’198 raggiungendo le 34’927 unità. Dei 34’927 posti, 22’217 sottostavano all’obbligo di annuncio.

 
ATS/Diem
Condividi