La trota, pesce dell'anno

La scelta della federazione svizzera di pesca serve a ricordare che la sua presenza nei corsi d'acqua è fortemente minacciata

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La trota è il pesce più amato e uno tra i più pescati in Svizzera. Tuttavia, la sua presenza nei corsi d’acqua è fortemente minacciata. Lo ricorda giovedì la Federazione svizzera di pesca, che ha così deciso di nominarlo pesce dell’anno 2020.

Ed è notizia di oggi la moria di trote a causa di una contaminazione in un ruscello nei pressi di Hauptwil, nel canton San Gallo. La causa è la fuoriuscita di liquame da un porcile a Waldkirch (SG), riferisce in una nota la polizia cantonale, precisando che non è ancora noto il numero di pesci morti.

 

I "sette peccati capitali"

Nel comunicato diffuso giovedì, la Federazione delinea i "sette peccati capitali" che rendono la vita difficile a questo esemplare: Perdita di habitat, un quarto di tutti i ruscelli e fiumi sono incanalati, deviati, o hanno subito opere ingegneristiche di correzione; acqua, captazioni di acqua, deflussi discontinui, deflussi residuali troppo scarsi minacciano i siti di riproduzione; inquinamento, immissioni di liquami, sostanze provenienti da cantieri abitati, pesticidi, medicamenti; cambiamento climatico: acque troppo calde, corsi d’acqua in secca, piene; malattie, funghi, batteri e – collegate all’aumento delle temperature – malattie più gravi come la PKD; uccelli piscivori, cormorani, smerghi e aironi sono stati troppo protetti; gestione sbagliata: i ripopolamenti artificiali con trote dell’Atlantico degli scorsi anni hanno eliminato specie di trote originali e varietà locali.

La trota è il pesce dell'anno

La trota è il pesce dell'anno

Il Quotidiano di giovedì 02.01.2020

 

Scopri di più:

Un dossier dedicato alla trota (in francese) dal sito della Federazione
Opuscolo informativo della FIBER

ATS/Bleff
Condividi