"L'aviazione pulita non è un sogno"

La certezza di Bertrand Piccard e André Borschberg di nuovo insieme ai comandi di un aereo cinque anni dopo l'impresa di Solar Impulse

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"L'aviazione pulita è in marcia". Lo ha assicurato Bertrand Piccard che, lunedì, è decollato da Sion con André Borschberg ai comandi di un aereo commerciale elettrico: il Bristell Energic. Il vodese e lo zurighese si sono ritrovati a 5 anni dall'impresa di Solar Impulse 2, l'aereo mosso solo dall'elettricità prodotta dalle celle fotovoltaiche sulle sue ali. Il 26 luglio 2016 fece ritorno ad Abu Dhabi, dopo aver circumnavigato il globo, coprendo più di 42'000 chilometri in 17 tappe attraverso quattro continenti. Un'avventura durata più di 16 mesi.

I due piloti, ritrovatisi al polo dell'aeronautica verde vallesano, hanno insistito sulla diversa esperienza che un aereo elettrico offre agli utenti: è praticamente esente da rumore o vibrazioni. "È meraviglioso", ha affermato André Borschberg. Il futuro, non dubita, sarà senza elettrico. "Tra dieci anni - spiega senza dubbi - vedremo i primi aerei navetta che trasporteranno passeggeri da una città all'altra in Europa, con un impatto acustico ed emissioni di CO2 limitati".

Diem/ATS
Condividi