Al momento non è possibile viaggiare su tutte le strade con un veicolo da 57 tonnellate (keystone)

L'esercito soffre la canicola

L'ondata di caldo obbliga i carri armati a circolare durante la notte per non danneggiare il manto stradale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il caldo eccezionale costringe l’esercito svizzero a un cambio di programma: a causa delle costanti elevate temperature che ammorbidiscono l’asfalto, i carri armati non possono più essere spostati di giorno.

 

Il pericolo è che i veicoli da 57 tonnellate deformino il manto stradale e provochino delle fenditure. Per questo motivo, ha spiegato il portavoce dell'esercito Daniel Reist, sono stati resi più frequenti gli spostamenti notturni.

Una decisione che va ad aggiungersi a quelle già effettuate negli scorsi giorni, sempre dovute alla canicola, quali le riduzioni parziali dell’abbigliamento per certe attività e l’introduzione di pause per bere. Alle reclute a cavallo è stato inoltre impedito di esercitarsi nelle ore più calde della giornata.

ATS/MarGù

Condividi