Un bambino su tre è stressato

TG 12:30 di giovedì 26.08.2021

Lo stress non risparmia i giovani

Questo malessere colpisce il 25% dei bambini sotto gli 11 anni e il 45% dei ragazzi a partire dai 14 anni - Il dato più alto riguarda la Svizzera italiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un terzo dei bambini e dei giovani in Svizzera è sottoposto a un forte stress, che provoca a questi soggetti ansia e insicurezza. Di conseguenza il loro benessere è inferiore rispetto agli altri coetanei. Più nello specifico, un bambino su quattro sotto gli 11 anni è stato trovato fortemente stressato. Tra i ragazzi dai 14 anni in su, quasi uno su due (45%). Sono inoltre le ragazze a soffrirne di più.

Secondo uno studio di Pro Juventute, che ha coinvolto bambini, genitori e insegnanti, il livello aumenta con il passare degli anni. Differenze emergono anche tra le diverse regioni linguistiche: la percentuale più elevata la si trova nella Svizzera italiana (39%), seguita da quella francese (34%) e da quella tedesca (31%).

I dovere scolastici, come compiti, verifiche e il confronto con i compagni, sono tra le cause principali di questo malessere. Un ruolo chiave in negativo lo hanno anche il bullismo, i litigi in classe e, quando capita, la scarsa valorizzazione da parte dei docenti. Chi si sente stressato tende poi a usare molto i dispositivi elettronici e ha un grado di noia più elevato. A complicarsi è anche il rapporto con i genitori.

Passare del tempo con gli amici, dedicarsi ai propri hobby e fare parte di associazioni sono invece alcuni dei fattori che rilassano e tengono lontano lo stress.

 
FD
Condividi