Le conclusioni sono di uno studio effettuato dalla società specializzata indipendente Mediapulse
Le conclusioni sono di uno studio effettuato dalla società specializzata indipendente Mediapulse (srf)

Lo zapping al tramonto

Crescono in Svizzera il consumo della televisione vista in differita e il ricorso a piattaforme di streaming come Netflix

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Continua a guadagnare terreno in Svizzera il consumo di televisione vista in differita. Al tempo stesso aumenta, fra gli utenti, il ricorso a piattaforme in streaming come Netflix e Youtube.

Sono i dati che emergono da uno studio realizzato dalla società specializzata Mediapulse. Secondo gli esiti presentati oggi, giovedì, ogni adulto, nei primi sei mesi dell'anno, è rimasto in media davanti al televisore per 144 minuti al giorno. Al tempo stesso però, non meno di un terzo dei programmi sono stati seguiti in differita. E la tendenza appare in crescita.

In Svizzera le persone guardano meno la televisione, ma seguono di più i programmi in maniera selettiva. Anziché passare freneticamente da un canale all'altro ad ogni pausa pubblicitaria, tendono a ricercare programmi per loro interessanti, da visionare in differita, attraverso le guide digitali. Una funzionalità che annulla lo zapping e permette di evitare gli spot.

ATS/ARi

Condividi