Decisi, inoltre, 15 divieti d'ingresso in Svizzera nei confronti di persone condannate per la loro appartenenza alla mafia italiana (srf)

Mafiosi espulsi dalla Svizzera

La misura è stata inflitta per la prima volta da Fedpol a due persone con legami con la criminalità organizzata italiana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nel 2019 l'Ufficio federale di polizia (fedpol) ha ordinato per la prima volta l'espulsione di due persone per via dei loro presunti legami con la mafia italiana.

Un ricorso contro la misura, volta ad assicurare la sicurezza interna ed esterna della Confederazione, è comunque ancora possibile presso il Tribunale amministrativo federale (TAF), ha tuttavia precisato la portavoce di fedpol Anne-Florence Débois, confermando informazioni ottenute dalla "NZZ am Sonntag".

Oltre agli allontanamenti, l'Ufficio ha disposto 15 divieti d'ingresso in Svizzera nei confronti di persone condannate per la loro appartenenza alla mafia in Italia. A essere presente in territorio elvetico è in particolare la 'ndrangheta calabrese, una cui cellula era stata smantellata a Frauenfeld nel 2016.

ATS/ARi

Condividi