Mappare i coralli nel Mar Rosso

Il Politecnico di Losanna lancia un progetto ambizioso: studiare la resistenza termica di questi animali lungo 2'000 chilometri sott'acqua

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo alcuni studi preliminari nel golfo d'Aqaba, il Centro di ricerca transnazionale del Mar Rosso inizia questa estate un progetto ambizioso: creare una cartografia della resistenza termica dei coralli lungo 2'000 chilometri di terreno marino.

Il Centro è stato creato nel 2019 dal Politecnico di Losanna. I primi studi hanno mostrato come i coralli nel nord del Mar Rosso siano piuttosto resistenti all'aumento della temperatura. Risultati che ispirano fiducia per la conservazione di questi animali, elementi importanti degli ecosistemi marittimi. Tuttavia, soprattutto al sud di quest'area, lo sbiancamento e lo spopolamento sono fenomeni che preoccupano.

Il problema è globale: si calcola che la maggior parte dei coralli, da quelli dell'Australia a quelli dei Caraibi o delle Maldive, scompariranno entro la fine di questo secolo.

ATS/L.D.
Condividi