Moratoria per nuovi studi medici, manca ancora il
Moratoria per nuovi studi medici, manca ancora il "sì" del Senato (©Keystone)

Medici, moratoria definitiva

Il Consiglio nazionale propone la sospensione permanente dell'avvio di nuovi studi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La moratoria per l’apertura di nuovi studi medici potrebbe diventare definitiva. Il Consiglio nazionale ha accolto questa soluzione, scartando quella proposta dal Consiglio federale. Se il Consiglio degli Stati seguirà la scelta della Camera del Popolo, il Governo potrebbe dunque continuare ad utilizzare questa formula, introdotta per far fronte all’afflusso di medici stranieri.

La misura era già stata in vigore tra il 2002 e il 2011 ed era poi stata reintrodotta in 18 cantoni nel 2013 con scadenza il 30 giugno 2016. Nel 2012, alla fine del periodo di sospensione, il numero di nuovi praticanti era esploso, in particolar modo in Ticino.

La nuova disposizione colpirebbe medici indipendenti e salariati nel settore ambulatoriale ospedaliero e in istituti di cura. Esentati invece quei praticanti che hanno lavorato per almeno tre anni in un istituto svizzero di formazione riconosciuto.

 

Il ministro della sanità Alain Berset voleva lasciare carta bianca ai cantoni: giudicata troppo interventista, la proposta era già stata criticata in procedura di consultazione da casse malati, ospedali e medici.

ab

Condividi