Contro la sentenza è ancora possibile un ricorso al Tribunale federale (Keystone)

Niente assistenza giudiziaria alla Russia

Il Tribunale penale federale ritiene che il Cremlino abbia abbandonato le basi del diritto internazionale con l'invasione dell'Ucraina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Tribunale penale federale, in una recente sentenza, ha rifiutato l’assistenza giudiziaria alle autorità russe. Secondo i giudici, con la guerra in Ucraina, il Cremlino abbia abbandonato le basi del diritto internazionale. Il Tribunale fa notare che la Corte internazionale di giustizia ha condannato l’invasione e che la Federazione russa ha volontariamente abbandonato il Consiglio d’Europa, e quindi i principi della Corte europea dei diritti dell’uomo.

La sentenza, contro la quale è ancora possibile un ricorso al Tribunale federale, crea un precedente e quindi anche le future richieste di assistenza giudiziaria dalla Russia saranno verosimilmente negate. Allo stesso tempo è probabile che Mosca in futuro non garantisca più aiuto alla Svizzera.

La sentenza riguarda un’inchiesta contro un'azienda accusata da Mosca di aver esportato illegalmente materiale per l'industria bellica.

RG / sf
Condividi