Doris Leuthard a bordo della Mercedes Classe B elettrica al Salone di Ginevra 2015 (Keystone)

Obiettivo: più auto elettriche

Le nuove strategie del Governo e delle associazioni di settore per aumentare l'immatricolazione di veicoli elettrici al 15% entro il 2022

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quasi un veicolo su sette entro il 2022 dovrà funzionare ad energia elettrica: questo è l'obiettivo di una roadmap concordata sotto la guida di Doris Leuthard, tra cantoni, comuni e rappresentanti del settore. Lo ha comunicato martedì il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

Una cinquantina di associazioni del settore automobilistico, dell'energia elettrica, dell'immobiliare e dei trasporti. hanno firmato questo piano di intenti, elaborato congiuntamente con i rappresentanti pubblici. L'obiettivo è di aumentare le nuove immatricolazioni di veicoli elettrici al 15%.

Le misure previste saranno effettive soprattutto all'interno di tre ambiti prioritari: sviluppo del mercato dei veicoli elettrici, incentivi all'acquisto e condizioni quadro, creazione di infrastrutture per le ricariche.

 

L'implementazione di questa tabella di marcia inizierà il primo gennaio prossimo. "Si tratta di favorire le sinergie tra i vari attori" afferma il DATEC, il quale ricorda anche la possibilità per ulteriori aziende e organizzazioni di partecipare all'accordo con un'autodichiarazione.

Segnali anche dall'UE

Anche l'Unione Europea accelera la riduzione delle emissioni dei veicoli. 37,5 percento per le auto, 31 percento per i furgoni. E’ quanto dovranno diminuire le emissioni di anidride carbonica entro il 2030 rispetto alle emissioni del 2021. Un compromesso sull’obiettivo da raggiungere e’ stato raggiunto ieri sera dei negoziatori del Parlamento europeo e dei governi nazionali.

Una road map per la mobilità elettrica

Una road map per la mobilità elettrica

TG 12:30 di martedì 18.12.2018

 

 
ATS/Bleff
Condividi