Una riunione ad alto livello del Consiglio d'Europa nel 2009, con l'allora consigliera federale Michéline Calmy-Rey
Una riunione ad alto livello del Consiglio d'Europa nel 2009, con l'allora consigliera federale Michéline Calmy-Rey (keystone)

Partiti, scarsa trasparenza

È il rimprovero rivolto alla Svizzera dal Consiglio d'Europa circa il loro finanziamento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Gruppo anticorruzione del Consiglio d'Europa (GRECO) rimprovera alla Svizzera il mancato rispetto delle proprie raccomandazioni, e un'assenza di progressi, in materia di trasparenza nel finanziamento dei partiti politici.

In un rapporto intermedio pubblicato venerdì, il GRECO parla di "alterne fortune" delle discussioni sul piano federale e delle iniziative avviate in alcuni cantoni, per affrontare tale problematica.

L'organismo europeo confida che possa emergere una maggioranza politica a sostegno di una regolamentazione. Nell'attesa, tuttavia, ritiene che le autorità elvetiche non prevedano, attualmente, di rimediare ad un'assenza di disposizioni in tale ambito.

In una precedente relazione, presentata lo scorso novembre, il GRECO rilevava invece che la Svizzera aveva applicato in misura soddisfacente 3 di 11 raccomandazioni formulate nel 2011.

Red.MM/ARi

 

 

 

Condividi