Un'immagine scattata durante l'edizione 2014 di Palco ai giovani
Un'immagine scattata durante l'edizione 2014 di Palco ai giovani (©Tipress)

"Più spazi di aggregazione"

Focus sui giovani svizzeri per la seconda uscita pubblica della redazione Politbox. Dalle 13.30 diretta streaming da Düdingen. L'intervista a Marco Baudino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tra poche ore Politbox farà tappa a Düdingen, per la sua seconda uscita pubblica. Teatro dell’evento, che potrete seguire in diretta sul nostro sito, sarà il festival Bad Bonn Kilbi. Il tema, sviscerato da giornalisti di tutte le unità aziendali della SSR, sarà invece il mondo dei giovani.

Marco Baudino
Marco Baudino (©RSI)

Nell’attesa ne abbiamo parlato con un esperto: Marco Baudino, referente per la legge giovani presso il Dipartimento Sanità e Socialità. Con lui ci siamo soffermati sul rapporto tra giovani e politica. “Bisogna prima di tutto fare chiarezza sul termine. - ci ha risposto – Se per politica intendiamo la gestione della cosa pubblica la risposta è sì, da sempre i giovani sono attivi in politica e anche molto più degli adulti. Faccio solo un esempio: non potrebbero esistere le colonie e i campi di vacanza se ogni estate non ci fossero 1300 giovani che si mettono a disposizione gratuitamente per aiutare”.

Se invece il termine va inteso come “gestione dei partiti”, le cose, secondo Baudino cambiano. “Per molto tempo i giovani sono stati tenuti lontani da questo ambito. Qualcosa però si sta muovendo: soprattutto nelle ultime elezioni cantonali i candidati giovani sono aumentati”.

Questo non vuole però dire che i partiti offrono sufficientemente spazio a chi si affaccia alla vita adulta. “Purtroppo sono in mano agli anziani e non c’è la volontà di cedere spazio. Diciamo che, a furia di sgomitare, i giovani li hanno obbligati ad abbassare l’età media dei candidati”.

Palco ai giovani, maggio 2014
Palco ai giovani, maggio 2014 (©Tipress)

Prendendo spunto dalla location scelta per questa tappa del Politbus abbiamo anche chiesto a Baudino di darci la sua fotografia della situazione sul fronte degli spazi per suonare e consumare musica, che non ha accesso ai grandi circuiti commerciali. “Pur non essendo tantissimi gli spazi ci sono e non mancano momenti pubblici molto importanti, come per esempio Palco ai giovani”. Va inoltre sottolineato precisa poi Baudino, che tramite la legge giovani “possiamo sussidiare progetti musicali realizzati da giovani con un contributo che va fino al 50% dei costi. Ogni anno riceviamo circa 150 domande in merito”.

Ciò detto, ci sono comunque temi legati al mondo giovanile, che chi è attivo in politica dovrebbe inserire nella sua agenda, o meglio, cercare di capire. “L’importanza degli spazi d’aggregazione, di idee, di creazione… Sono sempre più difficili da realizzare. Poi non va dimenticata la realtà del mondo del lavoro, che offre sempre meno opportunità ai giovani. Purtroppo la politica sembra invece privilegiare temi come la creazione di un carcere minorile, che, mi sia concesso dirlo, non serve a nulla: i dati – fortunatamente – attestano infatti di un calo nettissimo dei reati”.

 

SP

Il bus di Politbox
Il bus di Politbox (ssr)

 

Vi ricordiamo che l'evento organizzato da Politbox a Düdingen verrà diffuso in diretta sul nostro sito dalle 13.30 alle 16.30. Tutti possono partecipare al dibattito e questo via #politbox oppure collegandovi con la pagina Facebook.

Condividi