Le formiche non autoctone uccidono le colonie di quelle europee
Le formiche non autoctone uccidono le colonie di quelle europee (keystone)

Preoccupano gli insetti esotici

Lotta accentuata anche in Svizzera contro piante e animali infestanti provenienti da altri Continenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le piante infestanti e gli insetti nocivi possono diventare un problema serio anche in Svizzera. Il loro numero, rileva la Federazione nazionale dei disinfestatori, è in continua crescita. Le imprese che combattono gli infestanti, animali o vegetali, sono sovente le prime ad accorgersi della presenza sul territorio della Confederazione di nuove specie non autoctone.

Se le misure di lotta vengono prese per tempo, si possono registrare segnali incoraggianti ed efficaci. Per arrivare a questi risultati, nota ancora la Federazione, occorre però una migliore collaborazione internazionale e una conoscenza approfondita delle tecniche da utilizzare.

Ad esempio la Federazione porta il caso della formica argentina. Un’enorme colonia di questo insetto è stata scoperta nelle zone del sud Europa e ha di fatto annientato le formiche locali. In Svizzera la formica argentina è arrivata più volte ma è sempre stato possibile combatterla. L’Ufficio federale dell’ambiente e le aziende specializzate sono attive anche nella lotta contro il calabrone asiatico (che ha già invaso mezza Europa) e la zanzara tigre.

ATS/Swing

Condividi