Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (©Keystone)

Previdenza, l'analisi del "no"

La riforma è stata bocciata soprattutto da giovani e donne, rivela un sondaggio di Tamedia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La riforma Previdenza 2020 è stata respinta dal popolo soprattutto per l’opposizione di giovani e donne. Inoltre, come spesso accade, si è palesato un fossato tra città e campagna stando a un sondaggio di Tamedia realizzato all’uscita dalle urne e pubblicato oggi, martedì.

Per quanto concerne le donne solo il 42% di esse ha accettato il progetto. Inoltre solo il 43% degli aventi diritto di età compresa tra i 18 e i 34 anni hanno votato a favore della riforma.

Nelle città il decreto sulll’aumento dell’IVA e la legge federale hanno totalizzato rispettivamente il 55% e il 53%. Nelle campagne la quota è molto più bassa: 47%, rispettivamente 43%. Per realizzare il rilevamento sono state intervistate poco più di 10'000 persone. Il margine di errore è dell’1,7%, precisa Tamedia.

ATS/SP

Condividi