Il dittatore fascista Benito Mussolini e quello nazista Adolf Hitler a Monaco nel 1938 (keystone)

"Revocare il dottorato di Losanna a Mussolini"

Venne concesso honoris causa al dittatore fascista nel 1937. Oggi una petizione online chiede all'UNIL di riconsiderare la decisione presa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Revocare il dottorato honoris causa concesso nel 1937 dall'Università di Losanna (UNIL) al dittatore fascista Benito Mussolini: è quanto invita a fare un comitato ad hoc, che oggi (lunedì) ha lanciato una petizione online.

"All'epoca dei fatti, il regime fascista esisteva da 15 anni ed era caratterizzato dalla distruzione della democrazia rappresentativa, dalla repressione dell'opposizione politica, dalla violenza coloniale in Etiopia e dalla violenza politica diffusa", si legge in un comunicato diffuso dal comitato.

I firmatari sottolineano che non si tratta di "cancellare una decisione dell'UNIL", ma piuttosto di "riconsiderarla". "Cogliere il contesto politico che lo ha reso possibile, comprendere ciò che ci ha preceduto per capire meglio da dove veniamo e, soprattutto, capire in quale società ci evolviamo oggi e quali valori condividiamo". L'ateneo è invitato a intraprendere un lavoro di ricerca sul tema e a renderlo pubblico.

All'epoca, il titolo onorifico fu conferito a Mussolini "per aver concepito e realizzato in patria un'organizzazione sociale che ha arricchito la scienza sociologica e che lascerà un segno profondo nella storia". Mussolini trascorse quasi due anni in Svizzera all'inizio del XX secolo e per alcuni mesi frequentò la facoltà di scienze sociali e politiche dell'UNIL. Il fascista Mussolini in seguito fu tra i responsabili, insieme al nazista Adolf Hitler, dei crimini contro l'umanità e contro la popolazione ebraica perpetrati durante la seconda guerra mondiale e costati milioni di morti.

ATS/M. Ang.
Condividi