Schwägalp, si cerca ancora

Ufficialmente non ci sono dispersi, ma dopo la valanga che giovedì ha colpito un hotel nell'Appenzello esterno, prosegue la ricerca di eventuali vittime. Il bilancio: 3 feriti, 75 sfolllati

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nessun disperso, ma si cercano possibili vittime, tra passanti e visitatori. Dopo la valanga con un fronte di oltre 300 metri scesa giovedì pomeriggio sulla Schwägalp, nell'Appenzello esterno, che ha invaso in parte il ristorante dell'Hotel Säntis, sotto l’omonima montagna, e ha provocato 3 feriti lievi, venerdì mattina riprendono le ricerche di eventuali travolti, meteo permettendo. Se infatti la polizia appenzellese comunica che non risultano fino ad ora dispersi tra gli ospiti della struttura, non si può escludere la presenza di vittime sepolte sotto la massa nevosa, che raggiunge diversi metri di altezza.

 

Durante la notte 75 persone sono state sfollate dalla polizia che li ha accompagnati a valle con l’ausilio di un bus, mentre una trentina di ospiti e 11 dipendenti dell’albergo sono rimasti sul posto dopo essere stati messi in sicurezza dalla polizia. La strada per raggiungere Schwägalp rimane tuttora chiusa.

La localizzazione dell'albergo, nella regione dello Schwägalp
La localizzazione dell'albergo, nella regione dello Schwägalp (SRF)

Dell’individuazione di eventuali vittime si occuperanno, come già nella serata di giovedì (la slavina è scesa intorno alle 16.30), gli specialisti del soccorso alpino aiutati da cani da ricerca e mezzi tecnici.

Tragedia sfiorata allo Schwägalp

Tragedia sfiorata allo Schwägalp

TG 20 di venerdì 11.01.2019

 
Soccorritori ancora al lavoro

Soccorritori ancora al lavoro

TG 12:30 di venerdì 11.01.2019

 
RG-/ATS/dielle
Condividi