Gli infermieri svizzero-tedeschi si vaccinerebbero meno dei romandi
Gli infermieri svizzero-tedeschi si vaccinerebbero meno dei romandi (Keystone)

Si vaccina la metà dei medici

Stando a un sondaggio, si tutela contro l'influenza il 51% dei dottori e il 22% degli infermieri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Negli ospedali svizzeri il 22% degli infermieri e il 51% dei medici si sono vaccinati contro l’influenza, stando a quanto si legge in un sondaggio pubblicato da "Matin Dimanche" e "Sonntagszeitung". La Svizzera italiana non è stata coinvolta nell’indagine.

Il tasso di vaccinazione varia molto tra romandi e svizzero-tedeschi, con i primi più attenti alla prevenzione. Si sono infatti recati da un medico per farsi vaccinare in misura ben maggiore rispetto all’altra riva della Sarine. Tra gli svizzeri-francesi il 32% degli infermieri sono vaccinati, mentre lo è solo il 16% dei loro colleghi confederati. Diversa la situazione tra i dottori, che vede le parti quasi in parità (53%-51%).

A livello di profilassi i più attenti lavorano all’ospedale di Lavaux, dove il 78% dei medici e il 66% del personale infermieristico si è fatto vaccinare, mentre nella Svizzera tedesca il migliore risultato è dei nosocomi cantonali turgoviesi con il 64% dei dottori e il 40% degli infermieri.

Red. MM/ATS/EnCa

Condividi