Erano toccate molte più coppie di quanto stimato inizialmente (keystone)

Sposati e tassati, tutto da rifare

Il Parlamento si dovrà occupare di nuovo della penalizzazione fiscale del matrimonio, lo ha deciso il Consiglio federale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le Camere dovranno affrontare nuovamente l'iniziativa del PPD attraverso la quale si proponeva l'abolizione degli svantaggi fiscali delle coppie sposate, rispetto a quelle conviventi. Lo ha stabilito venerdì il Consiglio federale, dopo l'annullamento della votazione popolare del febbraio 2016.

 

Il testo tornerà in Parlamento, quindi, dove sarà presente anche una nuova proposta del Governo, e non è detto che non si possa raggiungere un'intesa, senza dover chiamare nuovamente la popolazione alle urne.

La votazione sull'iniziativa PPD "Per il matrimonio e la famiglia - No agli svantaggi fiscali per le coppie sposate" è stata annullata dal Tribunale federale a causa di un errore, sull'opuscolo informativo allegato al materiale di voto, del numero di coppie interessate dalla modifica costituzionale. Obiettivo della riforma dell'imposizione delle coppie e della famiglia è quello di eliminare le disparità. Basti pensare che oggi i coniugi in pensione hanno diritto a una rendita congiunta limitata al 150%, mentre i concubini ricevono ciascuno la pensione completa.

Condividi