Svizzera: seme di bassa qualità

La qualità dello sperma dei giovani elvetici è critica - tra le peggiori d'Europa - e la loro futura fertilità è a rischio

La qualità dello sperma dei giovani in Svizzera è critica - tra le peggiori d'Europa - e la loro futura fertilità è a rischio. È quanto afferma una ricerca dell'università di Ginevra, che ha analizzato i profili di 2'523 ragazzi tra i 18 e i 22 anni al momento del reclutamento per il servizio militare.

Sono tre i criteri che possono potenzialmente influire sulla fertilità: numero, mobilità e morfologia degli spermatozoi. Dallo studio risulta che il 17% dei giovani svizzeri rientra nella categoria "subfertile" con meno di 15 milioni di spermatozoi per millilitro di liquido seminale. Un soggetto su quattro ha meno del 40% di spermatozoi mobili e per il 40% il tasso di normalità dal profilo morfologico è inferiore al 4%.

"Ci siamo basati sui valori di riferimento dell'OMS: negli ultimi 50 anni il valore medio a livello globale è passato da circa 99 milioni di spermatozoi per millilitro a concentrazioni mediane comprese tra 41 e 67 milioni. Questo allunga i tempi prima di giungere al concepimento di un bambino” afferma Serge Nef, professore di medicina genetica.

"Sappiamo che le cause non sono genetiche. Possono influire fattori ambientali oppure lo stile di vita. Ma le cause possono anche riguardare la fase di sviluppo del testicolo del feto. Tutti fattori che possono combinarsi tra loro in modo diverso nelle varie regioni. Ed è ciò che cerchiamo ora di capire", conclude il ricercatore.

Giovani svizzeri, fertilità a rischio

Giovani svizzeri, fertilità a rischio

TG 20 di mercoledì 22.05.2019

 
ATS/YR
Condividi