La Confederazione si è candidata già nel 2011 (keystone)

Svizzera: un passo verso l'ONU

La candidatura elvetica per un seggio nel Consiglio di sicurezza entra nella fase finale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La candidatura svizzera per un seggio non permanente nel Consiglio di sicurezza dell’ONU entra nella fase finale. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e il consigliere federale capo del dipartimento federale degli Affari esteri Ignazio Cassis hanno promosso la proposta elvetica presso i rappresentanti di tutte le missioni delle Nazioni Unite.

La candidatura era stata presentata ufficialmente già nel 2011 e l’elezione avverrà nel giugno del 2022. Il consiglio di sicurezza è uno degli organi più importanti a livello internazionale e, oltre ai cinque membri permanenti, ne comprende altri cinque a rotazione.

La Confederazione si candida per il biennio 2023-2024: “Abbiamo una reputazione internazionale costruita per decenni e (…) siamo neutrali. Il fatto di essere neutrali nel Consiglio di sicurezza ci permette di essere equidistanti dai blocchi di potere(…) e di fungere da olio per gli ingranaggi decisionali” ha dichiarato Ignazio Cassis ai microfoni della RSI.

ats/mrj

Condividi