L'epidemiologo Marcel Tanner (UniBasel.ch)

Tanner: "fine delle restrizioni"

L'epidemiologo elvetico evoca per la prima volta il termine delle misure statali entro l'estate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Secondo l'epidemiologo Marcel Tanner, le misure anti-coronavirus possono essere necessarie solo in certe situazioni durante l'estate. Se le persone rispettano le misure in certe situazioni, le restrizioni sanitarie statali potrebbero essere revocate.

Dopo l'ondata Omicron, misure generalizzate come indossare una maschera o il certificato Covid 2G (vaccinato o guarito) non saranno più necessarie "se continuiamo a farci vaccinare anche assumendo la terza dose del medicamento", dice l'ex membro della task force federale in un'intervista pubblicata domenica nella SonntagsZeitung. Per fare questo, la società e gli individui devono assumersi le proprie responsabilità.

Il virus non scomparirà semplicemente, ci saranno "sempre focolai di coronavirus, forse anche piccole ondate", ha continuato Tanner. Ma sarà possibile contenerli con "misure mirate tempestive e volontarie".

L'epidemiologo crede che la società ascolterà le autorità se smetteranno di emettere misure rigide e offriranno invece una prospettiva su come la popolazione può tornare alla normalità con misure semplici e volontarie. "Tutte le ondate epidemiche nel tempo lo hanno finora dimostrato".

Marcel Tanner chiede ancora di fermare "i test su larga scala e la raccolta di dati di massa" dopo l'ondata Omicron. Grandi quantità di dati non migliorano le previsioni ma provocano solo nuove paure, dice. Invece, sostiene i test casuali, mirati alle persone con sintomi, come nel caso dell'influenza.

ATS/Swing
Condividi