Torta non solo per vaccinati

Due terzi degli svizzeri hanno avuto almeno una dose, su Piazza Federale si festeggia e... si vaccina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una dolce tappa. Virginie Masserey e Patrick Mathys dell'Ufficio federale della sanità pubblica, accompagnati dal consigliere di Stato bernese Pierre-Alain Schnegg e dal responsabile della campagna vaccinale del cantone Gregor Kaczala, hanno distribuito fette di torta alla popolazione oggi, lunedì, sulla Piazza Federale a Berna: un modo per ringraziare chi si è fatto immunizzare contro il Covid-19 ma anche di offrire a chi non lo ha fatto la possibilità di ricevere una dose senza appuntamento, grazie alla contemporanea presenza di un camion appositamente attrezzato, di cui hanno approfittato 180 persone fra le 10 e le 16.

Non casuale la forma del dolce, due terzi di cerchio, grosso modo la proporzione di cittadini adulti che almeno parzialmente è già protetta contro la malattia, grazie ai preparati di Moderna e Pfizer somministrati nella Confederazione. "Più di mezzo motivo per festeggiare", recitava infatti il motto stampato sui cartelloni. "Una fetta di torta non basta a convincere gli scettici, servono fatti e argomenti", ha scherzato Mathys, che ha comunque constatato come la disponibilità a vaccinarsi, anche se calata nelle ultime settimane, non sia scesa a zero: vengono ancora presi appuntamenti e la quota salirà ancora, come è necessario per frenare la diffusione del virus che, per effetto della variante Delta - maggiormente contagiosa - è tornata di recente ad accelerare.

 
Condividi