Il criterio non sia quello della preferenza sessuale, ma degli eventuali comportamenti a rischio
Il criterio non sia quello della preferenza sessuale, ma degli eventuali comportamenti a rischio (keystone)

Trasfusione, meno barriere

Richiesta affinché gli omosessuali maschi non siano esclusi a priori dal dono del sangue

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'organizzazione Trasfusione CRS chiederà all'Istituto per gli agenti terapeutici che anche gli omosessuali maschi, contrariamente a quanto avviene oggi nel rispetto di un divieto ribadito tre anni fa, possano donare il proprio sangue a partire dal 2017.

Una tale generalizzata esclusione, per altro giudicata discriminatoria, non si giustifica, secondo gli istanti. La proibizione deve infatti essere associata non tanto all'orientamento sessuale, quanto a criteri oggettivi di rischio. Inizialmente è comunque previsto che l'interessato sia reduce da un periodo di castità di almeno 12 mesi; successivamente si dovrebbe valutare caso per caso.

Mercoledì, intanto, entreranno in vigore nuovi criteri, analoghi a quelli auspicati per il sangue, concernenti la donazione di cellule staminali.

 

ATS/dg

Dal TG20.00:

Omosessuali e donazione di sangue

Omosessuali e donazione di sangue

TG 20 di lunedì 20.06.2016

Condividi