Il drone avrebbe accelerato notevolmente la consegna dei campioni per le analisi (Keystone)

Troppo ronzio, drone a terra

Le proteste dovute al rumore fanno durare un giorno anziché dieci il progetto pilota a Zurigo per il trasporto di provette mediche

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ha avuto vita breve a Zurigo il progetto di trasportare con dei droni i campioni di sangue dalla Clinica Hirslanden Im Park al Laboratorio centrale cantonale (ZLZ) per le analisi. È durato infatti un solo giorno.

Il test, previsto sulla durata di 10 giorni, ha effettivamente permesso di ridurre drasticamente i tempi di trasporto (da 30 a 6 minuti), ma è stato immediatamente bloccato a causa delle proteste dei cittadini residenti nella zona di atterraggio, disturbati dal forte rumore dei rotori del velivolo.

Velivolo che avrebbe appunto trasportato con notevole rapidità le provette da una sponda all’altra del Lago di Zurigo. La responsabile del progetto, Regina Genz del ZLZ, ha dichiarato martedì al Blick che il progetto non è comunque cancellato ma solo posto in stand-by con l’auspicio di rilanciarlo l’anno prossimo con un apparecchio meno rumoroso.

EnCa

Condividi