Tanja Stadler invita a fare come lei: usare la mascherina sui mezzi pubblici e nelle strutture sanitarie
Tanja Stadler invita a fare come lei: usare la mascherina sui mezzi pubblici e nelle strutture sanitarie (Archivio Keystone)

Un milione di contagi previsti in estate

L'evoluzione della pandemia porta l'ex presidente della task force scientifica Tanja Stadler a invitare alla prudenza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il coronavirus durante l'estate in Svizzera probabilmente infetterà più di un milione di persone. Lo ha affermato in un'intervista pubblicata sul Blick l'ex responsabile della task force federale Covid-19 Tanja Stadler. "Si ipotizza che circa il 15% della popolazione sarà infetta", ha affermato l'esperta di biostatistica del Politecnico di Zurigo che sorveglia attentamente l'andamento della pandemia in questo momento alla variante BA.5 di Omicron molto trasmissibile. Alla luce dei nuovi dati che indicano che "il numero attuale di casi è molto più alto rispetto alle ultime due estati", invita alla prudenza anche se "con le varianti che attualmente stanno circolando, non dobbiamo più temere un sovraccarico nei reparti di terapia intensiva, ma i reparti normali devono ancora fare i conti con più pazienti Covid-19".

 

La maggior parte delle persone che saranno infettate nei prossimi mesi non sarà sottoposta a test e quindi molti  casi non saranno segnalati, rileva la 41enne. Già oggi sulla base dei campioni di acque reflue, si presume che dovrebbero esserci più di 80'000 nuove infezioni a settimana, mentre l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) martedì scorso ha annunciato di aver registrato 16'610 test positivi in sette giorni. Finora, stando ai dati aggiornati a martedì scorso, in Svizzera i contagi ufficialmente registrati dall'inizio della pandemia sono stati 3,7 milioni con 53'708 ospedalizzazioni e 13'357 decessi per Covid-19.

 

Anticorpi nel 97% della popolazione

"I dati più recenti mostrano che il 97% della popolazione adulta in Svizzera possiede anticorpi contro il Covid-19 grazie ai vaccini, ma anche a causa di infezioni", ha spiegato Tanja Stadler che non azzarda previsioni su quando finirà la pandemia Covid-19. "Alla lunga tutto si sistemerà. Nei prossimi anni, tuttavia, ci saranno ancora probabilmente ondate in estate. Ma ora sappiamo come proteggerci. E abbiamo una vaccinazione molto efficace e tanti strumenti a nostra disposizione. Stiamo decisamente meglio rispetto all'inizio del 2020".

SEIDISERA del 14.06.2022: Covid-19: forte aumento dei casi in Svizzera
SEIDISERA del 14.06.2022: Covid-19: forte aumento dei casi in Svizzera
 

Il consiglio è quello di continuare ad usare la mascherina poiché il Covid-19 non è un'influenza. "In caso di infezione con Omicron vediamo conseguenze a lungo termine molto più gravi che in caso di influenza, soprattutto nella popolazione giovane", sottolinea l'ex presidente della task force che ha continuato a lavorare sulla questione anche dopo lo scioglimento del gruppo di esperti lo scorso marzo. Anche con due richiami la vaccinazione non offre una protezione completa. Secondo Tanja Stadler la quarta iniezione sarebbe utile per le persone più vulnerabili che si sono sottoposte al richiamo già mesi fa.

Covid, quarta dose a pagamento

Covid, quarta dose a pagamento

TG 12:30 di sabato 11.06.2022

 
Diem/ATS
Condividi