Previste anche misure compensatorie
Previste anche misure compensatorie (keystone)

Una dichiarazione fiscale ciascuno

Il Consiglio federale mette in consultazione il progetto di imposizione individuale - Chi è sposato non sarebbe più penalizzato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In futuro ogni contribuente, anche coniugato, dovrà compilare la propria dichiarazione fiscale e a tutti verrà applicata la stessa tariffa: questo se andrà in porto il progetto per l'introduzione di un'imposizione individuale, che il Consiglio federale ha messo in consultazione venerdì fino a 16 marzo 2023. Si tratta di un controprogetto indiretto all'iniziativa "per imposte eque", che il Governo invece respinge.

La situazione oggi e cosa cambierebbe

Attualmente, le coppie sposate sono svantaggiate rispetto a quelle che vivono insieme senza essersi unite in matrimonio. I redditi nel primo caso sono sommati, nel secondo no.

Con la novità, gli oneri sarebbero i medesimi per tutti. Si propone inoltre di introdurre una serie di correttivi: visto che l'effetto di sgravio diminuirebbe, la deduzione per figlio passerebbe per esempio da 6'500 a 9'000 franchi. Per le famiglie monogenitoriali o unipersonali, inoltre, se ne aggiungerebbe inoltre una di 6'000 franchi per controbilanciare il risparmio sui costi dell'economia domestica di cui beneficiano i nuclei con due adulti.

Infine si propongono due varianti per i coniugi con un reddito unico o un secondo reddito basso.

Fino a 47'000 impieghi in più

Una delle due costituirebbe un incentivo al lavoro per chi percepisce un redditto secondario e proprio l'occupazione potrebbe beneficiare dell'imposizione unica: si stima che questo effetto potrebbe toccare i 47'000 posti a tempo pieno.

Il progetto presentato venerdì, inoltre, ha quale effetto di promuovere la pari opportunità di genere.

Effetti finanziari

Nel complesso le casse federali vedrebbe le entrate diminuire di circa un miliardo di franchi, il 78,8% a carico della Confederazione stessa e il resto dei cantoni. Per le imposte cantonali, gli effetti sono invece considerati incerti. Pagherebbero di meno in particolare le coppie di coniugi con entrate uniformi, compresi molti pensionati, mentre le famiglie monoparentali e le coppie sposate con due redditi molto diversi o un'unica entrata potrebbero trovarsi di fronte a un incremento.

 
pon
Condividi