Aumentano le vendite, ma soprattutto i servizi per il noleggio tramite app (keystone)

Una moda green che divide

L’esplosione del numero di monopattini elettrici in città crea polemiche. A Zurigo le autorità rassicurano: “Situazione sotto controllo”

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I monopattini elettrici sono l’ultima moda della mobilità verde: spopolano nelle grandi città e da qualche mese anche in Svizzera, dove le vendite di questi veicoli sono aumentate. Quello a cui si assiste è però soprattutto l’esplosione dei servizi per il noleggio: per alcuni un modo agile e veloce di spostarsi, per altri una fonte di caos su strade e marciapiedi.

Sfoderare il cellulare, pagare con un’app, e poi salire a bordo del mezzo che può essere abbandonato ovunque a Zurigo ha dunque il sapore del déjà-vu. Due anni fa era successo con le biciclette a noleggio, le o-bike, una storia conclusasi con il comune costretta a smaltire centinaia di biciclette scassate abbandonate in tutti gli angoli della città. Stavolta a spopolare sono gli E-Scooter, i monopattini elettrici: qui ve ne sono in circolazione già 1’500, e a centinaia se ne contano anche a Winterthur, Basilea o Zugo.

Ma mentre in città come Parigi è il caos con 25’00 “trottinette” elettriche in circolazione – tanto che alcuni comuni hanno deciso di vietarli -, lungo la Limmat la situazione non preoccupa. “Non abbiamo definito un numero massimo – spiega la portavoce del Dipartimento di sicurezza della città, Dayana Mordasini - ma grazie all'obbligo di ottenere un'autorizzazione sappiamo sempre quanti ve ne sono e se necessario possiamo cambiare le regole del gioco”.

Regole del gioco che per la polizia sono ben chiare: vietato circolare sui marciapiedi, vanno utilizzate le piste ciclabili o la strada, e velocità massima è di 20 chilometri orari.

Norme  che però non tutti conoscono e ancora meno rispettano, lamenta Dominik Bucheli, dell'associazione mobilità pedonale svizzera, che spiega: “Molti circolano semplicemente sul marciapiede come con un monopattino normale, e inoltre questi mezzi vengono posteggiati e abbandonati ovunque in fretta e furia, anche di traverso sul marciapiede, noi riceviamo continuamente lamentele”.

Comodi e alla moda, il boom dei monopattini elettrici continua, non per la gioia di tutti.

 
RG-Gianluca Olgiati/ludoC
Condividi