Gli esiti del primo rilevamento dell'istituto gfs.bern (keystone)

Un'iniziativa che piace

Primo sondaggio SSR sulla votazione del 10 febbraio: netta maggioranza di consensi per il testo contro la dispersione degli insediamenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una proposta che, almeno in primissima battuta, sembra piacere. È questa l'indicazione che scaturisce dal primo sondaggio elaborato dall'istituto gfs.bern sull'unico tema sottoposto a votazione federale per il prossimo 10 febbraio: l'iniziativa contro la dispersione degli insediamenti. Il testo, promosso dai Giovani Verdi, verte sulla pianificazione del territorio e propone, segnatamente, questa modifica costituzionale

"Va perseguito uno sviluppo degli insediamenti verso l’interno che si concili con un’alta qualità di vita e particolari disposizioni di protezione."

"La delimitazione di nuove zone edificabili è ammessa soltanto se è tolta dalla zona edificabile un’altra superficie non impermeabilizzata di dimensioni almeno equivalenti e con un potenziale valore di reddito agricolo comparabile"

L'iniziativa, avversata dal Governo e dal Parlamento, sembra per ora fare breccia nella maggioranza degli interpellati. Infatti i sostegni, fra pareri certamente favorevoli e piuttosto favorevoli, si attestano complessivamente al 63%. Risulta però ancora basso - precisano gli esperti dell'istituto demoscopico - il livello di formazione delle opinioni: quelle già certe, infatti, corrispondono per ora ad appena il 50% delle intenzioni di voto. Risultava più elevato, a titolo di paragone, il dato inquadrato in ottobre dai primi sondaggi SSR sugli oggetti legati alle ultime votazioni del 2018. Favorevoli e contrari, insomma, dispongono ancora, ad una cinquantina di giorni dalla votazione, di un margine di manovra superiore alla media.

Il dato nazionale e quello regionale
Il dato nazionale e quello regionale (RSI/px)

A livello regionale è nella Svizzera tedesca che il testo incassa la percentuale più alta di pareri positivi (complessivamente il 65%). Maggioranze a favore si riscontrano anche in Romandia e nella Svizzera italiana, dove lo schieramento dei "sì" raggiunge nell'insieme il 58%. Sul piano delle affiliazioni politiche l'iniziativa fa il pieno di consensi fra i simpatizzanti dell'area di sinistra (87% fra i sostenitori dei Verdi e 76% fra quelli del PS). Il testo, va quindi rilevato, beneficia però di consensi maggioritari anche fra i simpatizzanti dell'UDC (65%) e del PLR (49%).

Il sondaggio, effettuato fra la prima e la seconda settimana di dicembre, si basa su risposte pervenute sia attraverso interviste telefoniche, sia tramite i portali d'informazione della SSR. Il margine d'errore è del 2,9%.

Alex Ricordi

Verso un sì il 10 febbraio

Verso un sì il 10 febbraio

TG 12:30 di venerdì 21.12.2018

Un'iniziativa che piace

Un'iniziativa che piace

TG 20 di venerdì 21.12.2018

Condividi