A questo primo sondaggio hanno preso parte più di 22'000 persone di tutte le regioni linguistiche del Paese (RSI/keystone)

Verso un "sì" al matrimonio per tutti

Il quadro delle tendenze non appare invece favorevole all’iniziativa 99%. Gli esiti del primo sondaggio SSR sulle votazioni del 26 settembre

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un chiaro “sì” e un testa a testa che potrebbe preludere ad una bocciatura. Sono queste le prime tendenze che si registrano sui due oggetti sottoposti al popolo per le votazioni federali del 26 settembre. A inquadrarle sono gli esiti del primo sondaggio elaborato, su mandato della SSR, dall’istituto demoscopico Gfs.bern: un rilevamento a cui hanno preso parte più di 22’000 persone di tutte le regioni linguistiche della Svizzera.

Prime tendenze per l'iniziativa "99%"

L’iniziativa "Sgravare i salari, tassare equamente il capitale" (iniziativa "99%") non fa attualmente registrare una chiara maggioranza a favore o contro. A sostenere il testo, esprimendo pareri del tutto o tendenzialmente positivi, è il 46% degli interpellati. Ma il fronte dei contrari raggruppa il 45%, mentre è il 9% a non aver ancora maturato un’opinione. I giochi sono quindi aperti, ma il quadro di partenza non appare molto favorevole ai promotori del testo. A livello regionale l’iniziativa riscuote maggiori simpatie nella Svizzera italiana, dove si rileva una lieve maggioranza a favore (51%). Nella Svizzera tedesca e in Romandia, invece, gli orientamenti riflettono in buona sostanza il dato nazionale.

Il quadro degli orientamenti sulla proposta di modifica costituzionale
Il quadro degli orientamenti sulla proposta di modifica costituzionale (RSI/Gfs.bern)

In genere le iniziative promosse dall'area di sinistra tendono a riscuotere più consensi nelle città, che nelle campagne e negli agglomerati di piccole-medie dimensioni. In questo caso, però, si constata una situazione del tutto inversa, con un tasso d’approvazione che proprio nelle campagne risulta più elevato. Fra gli argomenti più condivisi a favore del testo, spicca senz’altro l’idea per cui tutta l’economia trarrà benefici da una riduzione delle imposte a favore dei redditi medio-bassi. Fra le argomentazioni di segno contrario, primeggia invece l’opinione secondo cui la nuova tassazione colpirà non solo i più abbienti, ma anche il ceto medio.

Matrimonio per tutti, ampi consensi

A incassare una netta prevalenza di consensi è invece la modifica di legge volta ad aprire il matrimonio anche alle coppie omosessuali. Gli esiti del sondaggio mostrano infatti che ben il 69% degli interpellati sostiene questa revisione del codice civile. Solo il 29% esprime invece pareri di segno opposto. Più in generale, su quest’oggetto, si constata un livello di formazione delle opinioni già fortemente avanzato: è infatti il 75% dei partecipanti al sondaggio ad aver già maturato salde intenzioni di voto a favore o contro il testo. Nella Svizzera italiana i margini di consenso risultano ampi ma anche meno marcati (61%) rispetto al dato nazionale.

Le tendenze registrate per il secondo oggetto sottoposto ai votanti
Le tendenze registrate per il secondo oggetto sottoposto ai votanti (RSI/Gfs.bern)

La campagna in vista del voto deve ancora entrare nel vivo e il tema ha senz’altro in sé tutti gli elementi per polarizzare maggiormente le opinioni. Tuttavia, viste le premesse, una netta inversione delle tendenze nelle prossime settimane costituirebbe, a detta di Gfs.bern, una grossa sorpresa. Intanto, sul piano delle argomentazioni, prevale l’idea per cui la revisione di legge rappresenterebbe una tappa attesa da tempo per l’equiparazione in Svizzera delle coppie omosessuali: a sostenere pienamente questa opinione è infatti il 54% degli interpellati.

Il sondaggio è stato elaborato sulla scorta delle opinioni raccolte, sia tramite interviste telefoniche, sia attraverso le pagine allestite online sui portali d’informazione della SSR. Il margine d’errore statistico, per eccesso o per difetto, è di 2,8 punti percentuali.

Verso un matrimonio per tutti

Verso un matrimonio per tutti

TG 12:30 di venerdì 20.08.2021

 
Alex Ricordi
Condividi