Immagine d'archivio (©Keystone)

Vin Suisse, stappano in due

Assegnato il riconoscimento "Caves suisse de l'année 2021" a due cantine nei cantoni Berna e Vaud - Ottimo risultato per i vini ticinesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per la prima volta nella storia del Grand Prix du Vin Suisse due cantine hanno ricevuto il riconoscimento "Cave suisse de l'année 2021": la Johanniterkeller di Twann (BE) e il Domaine Kursner di Féchy (VD). I vini ticinesi hanno conquistato quattro posti sul podio, tra cui una vittoria.

Oltre al premio Cantina dell'anno, il concorso assegna anche quattro premi speciali. I premi Vinissimo sono andati alla Maison Gilliard di Sion per la sua Petite Arvine Les Perlines 2020 e alla cantina Saint Philippe di Salgesch (VS) per il suo Syrah 2019. Il Domaine du Chamblet di Gy (GE) ha ricevuto il premio nella categoria bio che ricompensa "un produttore che si è impegnato da molti anni nell'approccio biologico e la cui intera tenuta è certificata biologica", per il suo Pinot Noir 2020. Il premio scoperta è andato al Domaine La Combaz di Ollon (VD).

Nella categoria Merlot il Ticino si è piazzato ai primi due posti con Quattromani 2018, della Swiss Premium Wine di Losone e Tenuta San Rocco - Porza 2018, della cantina Tamborini Carlo di Lamone. Stria Bianca 2020, dei Fratelli Corti di Balerna, ha vinto la medaglia di bronzo per gli assemblaggi bianchi e Sasso Chierico Rosato 2020, della Tenuta Sasso Chierico di Gudo ha ottenuto il terzo posto nella categoria Rosé e Blancs de noir.

ATS/SP
Condividi