Un pompiere interviene per rimuovere un petardo in fiamme allo stadio di Sion (Keystone)

Viola Amherd contro gli hooligan

La consigliera federale vuole porre fine al teppismo violento negli stadi svizzeri e ritiene necessario "dare un segnale chiaro"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La consigliera federale Viola Amherd scende in campo contro la violenza negli stadi di calcio, dopo il lancio di fumogeni avvenuto sabato a Sion da parte di tifosi del Grasshopper. "Condanno nel modo più assoluto il comportamento dei teppisti", ha affermato la ministra dello sport in dichiarazioni rilasciate ai media. "Con i loro petardi queste persone mettono in pericolo la vita del pubblico: queste cose non devono più succedere".

 

Secondo Viola Amherd il settore non può restare inattivo. "L'Associazione svizzera di calcio deve ora darsi da fare, agendo insieme con presidenti, allenatori, funzionari e gestori degli stadi: insieme devono dare un segnale chiaro". I facinorosi vanno condannati e allontanati dagli stadi poiché solo affrontando il problema in modo fermo si potrà garantire che in futuro non avvengano più simili episodi.

Sabato al Tourbillon dalla curva dei tifosi del Grasshopper sono stati lanciati diversi petardi e sono stati incendiati svariati sacchi di plastica. L'arbitro si è visto costretto a interrompere l'incontro, quando il Sion stava vincendo per 2-0 sulla squadra zurighese.

Condividi