Il Consiglio di Stato ticinese (tipress)

40 milioni per l'economia ticinese

Il Consiglio di Stato licenzia il messaggio per il prossimo quadriennio di politica economica regionale e chiede 20 milioni alla Confederazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato ticinese chiede al Parlamento di liberare due crediti quadro per complessivi 40 milioni di franchi per il prossimo quadriennio di politica economica regionale. L'importo contenuto nel messaggio licenziato mercoledì si divide in 27 milioni per le misure cofinanziate dalla Confederazione e 13 per quelle complementari.

CSI 18.00 del 16.10.2019 La diretta di Francesca Motta, che ripercorre anche i progetti del precedente quadriennio
CSI 18.00 del 16.10.2019 La diretta di Francesca Motta, che ripercorre anche i progetti del precedente quadriennio
 

Per quanto riguarda le prime, tre sono gli obiettivi confermati dal Governo. Sono l'aumento della competitività delle PMI (6,8 milioni di franchi), il rafforzamento delle destinazioni turistiche (3) e il sostegno alle regioni periferiche con un potenziale inespresso (9), a cui aggiungere 1,2 milioni da destinare alle attività degli enti regionali di sviluppo. Si tratta di 20 milioni in tutto, ai quali dovranno corrisponderne altrettanti di fondi federali.

CSI 18.00 del 16.10.2019 Ospite il consigliere di Stato Christian Vitta
CSI 18.00 del 16.10.2019 Ospite il consigliere di Stato Christian Vitta
 

Inoltre, 2,65 milioni saranno destinati al programma San Gottardo con i cantoni di Uri, Vallese e Grigioni (anche qui Berna contribuisce) e 4,35 ad iniziative a lungo termine, come il centro di competenze per la mobilità sostenibile, il servizio Fondounimpresa di consulenza per imprenditori e il Tecnopolo Ticino.

40 milioni per la politica economica regionale

40 milioni per la politica economica regionale

Il Quotidiano di mercoledì 16.10.2019

 
pon
Condividi