La zona del lido di Gerra dove è avvenuto l'annegamento (Archivio Ti-Press)

Annegamento nel Gambarogno

Un 83enne svizzero tedesco è morto a una ventina di metri dalla riva a Gerra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un 83enne turista svizzero tedesco è annegato sabato nel Lago Maggiore. È scomparso in acqua poco prima delle 7.30 mentre stava rientrando dalla sua abituale nuotata mattutina nella zona del porto di Gerra Gambarogno. Il suo corpo è stato ritrovato circa un'ora dopo. Si trova, informa una nota della polizia cantonale, a una ventina di metri dalla riva, a circa tre di profondità.

Ad allertare i soccorsi è stata la moglie che stava osservando il marito dal balcone di casa. Stando a quanto riferito dalla Voce del Gambarogno, la donna lo ha sentito tossire e poi lo ha visto scomparire.

 

La polizia, intervenuta anche con il sub della Lacuale, la Società salvataggio Tenero e i soccorritori del SALVA, ha avviato un'inchiesta chiarire la dinamica dell'incidente. Non è escluso che all'origine ci sia un malore.

Per dare supporto a chi ha assistito alla tragedia a Gerra sono giunti anche gli specialisti in interventi psicosociali d’urgenza del Care Team Ticino.

Anziano annega nel Lago Maggiore

Anziano annega nel Lago Maggiore

Il Quotidiano di sabato 27.06.2020

 
CSI/Diem/Not 10.00
Condividi