Fusione nello stabilimento di Mendrisio
Fusione nello stabilimento di Mendrisio (keystone)

Argor, archiviate le accuse

La società ticinese era stata denunciata per complicità in crimini di guerra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Argor-Heraeus non dovrà spiegarsi davanti alla giustizia. La società ticinese di trattamento dell’oro era sospettata di riciclaggio e concorso in crimini di guerra. Il Ministero pubblico della Confederazione, lo si è appreso martedi, ha archiviato le accuse nel marzo scorso.

Organizzazioni non governative avevano denunciato la società per avere fuso tonnellate di oro sottratte a loro dire illegalmente. L’oro lavorato è inoltre ottenuto, secondo alcune ONG ora deluse dalla decisione, facendo lavorare operai in condizioni bestiali e causando danni ambientali.$

Per la procura federale, tuttavia, non è sufficiente il fatto che l'azienda "avrebbe dovuto sapere" che l'Uganda, da dove aveva importato 3 tonnellate di metallo prezioso fra il 2004 e il 2005, non ha quasi miniere. L'oro veniva in realtà dalla Repubblica democratica del Congo, dove era stato saccheggiato da un gruppo ribelle.

Fondata nel 1951 la Argor-Heraeus è un’azienda internazionale con sede a Mendrisio.

ats/mas

Dagli archivi RSI

Condividi