Il professionista attraverso una società di Chiasso raccoglieva fondi per investimenti immobiliari (RSI)

Avvocato italiano in manette

L’uomo, attivo a Chiasso come commercialista, avrebbe compiuto una truffa immobiliare da oltre mezzo milione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un avvocato italiano, residente nel Mendrisiotto e attivo in Ticino come commercialista, è stato arrestato per un raggiro da oltre mezzo milione di franchi. Contro di lui la procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti ipotizza i reati di truffa, appropriazione indebita, amministrazione infedele e falsità in documenti.

Attraverso la sua società di Chiasso raccoglieva fondi per investimenti nel settore immobiliare, da realizzare – diceva – in Svizzera romanda. I progetti sono però rimasti tali, e alla fine il caso è approdato in procura. Quattro le denunce sporte al ministero pubblico; comprese quelle di un dipendente e di una cliente straniera, che avrebbe subito i danni maggiori.

L’imputato, difeso da Sandra Xavier, ammette solo parzialmente gli addebiti mossi nei suoi confronti. Riconosce cioè di avere impiegato a scopi personali una minima parte della somma ricevuta. Il resto – ha ribadito in settimana agli inquirenti – lo avrebbe invece utilizzato per le operazioni pattuite.

Dietro le sbarre dovrà rimanere almeno fino alla metà del mese di marzo. Al momento non figurano altri indagati.

Arrestato per una truffa immobiliare

Arrestato per una truffa immobiliare

Il Quotidiano di sabato 18.01.2020

 
Francesco Lepori
Condividi