La gioia degli aggregazionisti è esplosa a Giubiasco
La gioia degli aggregazionisti è esplosa a Giubiasco (©Ti-Press)

Bellinzona ha fatto 13

No di Arbedo-Castione, Lumino, S. Antonino e Cadenazzo

La nuova Bellinzona non ha fatto 17 come speravano i promotori dell’aggregazione, ma 13. Solo 13, stando alle previsioni della vigilia che davano per sicuro solo il no di S. Antonino. Invece, nella realtà dei fatti, alla scontata contrarietà del comune più ricco tra tutti quelli coinvolti, si è aggiunta anche quella di Arbedo-Castione, Lumino e Cadenazzo.

Alla fine a dire di sì alla fusione per dar vita alla seconda città del Ticino sono stati Bellinzona, Camorino, Claro, Giubiasco, Gnosca, Gorduno, Gudo, Moleno, Monte Carasso, Pianezzo, Preonzo, S. Antonio e Sementina.

 
L'esito della votazione nei 17 Comuni
L'esito della votazione nei 17 Comuni (RSI/px)

Tredici comuni hanno espresso la volontà di unirsi, ma il passo non è scontato. In primo luogo perché tre delle quattro comunità che hanno deciso di non volersi unire al resto del Distretto e a Claro sono quelle che possono vantare le finanze più solide e potevano garantire una certa prospettiva alla nuova Bellinzona.

 

Ora la palla passa nel campo del Governo. Alla luce del risultato, accolto con soddisfazione dai sindaci dei 14 comuni che hanno deciso di proseguire nel cammino e con non poca sorpresa a Cadenazzo dove l’adesione sembrava pacifica, dovrà decidere come procedere sottoponendo la sua proposta al Parlamento.

Il Cantone: si può procedere coi favorevoli

 

Il Dipartimento delle istituzioni, esprimendo "soddisfazione" per l'esito "comunque positivo della votazione", afferma che il risultato delle urne "è tale da lasciare intravvedere la possibilità di un’aggregazione che veda coinvolti i soli comuni favorevoli rispettando comunque il criterio di contiguità". Il processo richiederà un po' di tempo e pertanto "il Governo sarà presumibilmente chiamato ad esprimersi in merito al posticipo nei relativi comuni coinvolti delle elezioni generali dell’aprile 2016".

Diem

 

Per saperne di più il nostro dossier:

Dal Quotidiano:

Grande Bellinzona, 13 sì e 4 no

Grande Bellinzona, 13 sì e 4 no

Il Quotidiano di domenica 18.10.2015

Parla il direttore del Dipartimento

Parla il direttore del Dipartimento

Il Quotidiano di domenica 18.10.2015

Condividi