Lisa Bosia Mirra
Lisa Bosia Mirra (©Ti-Press)

Bosia Mirra, è opposizione

Il suo avvocato ritiene che la deputata ticinese ha agito al di fuori della punibilità aiutando i migranti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’avvocato di Lisa Bosia Mirra ha presentato opposizione contro il decreto d’accusa nei confronti della granconsigliera ticinese, fermata dalle Guardie di confine per aver collaborato attivamente all'entrata illegale di cittadini stranieri sprovvisti dei documenti di legittimazione. Lo scrive il CdT.

Secondo il legale, è punibile l’aiuto al soggiorno illegale di profughi solo quando esso sia di una certa entità. Questo sulla base della giurisprudenza. Bosia Mirra ha agito, per il suo legale, al di fuori della punibilità.

Inoltre secondo l’avvocato Pascal Del Prete, entrata illegale e incitazione all’entrata illegale sono da intendere solo per le frontiere esterne dello spazio Schengen. All’interno invece di questo spazio, il reato sarebbe di soggiorno illegale. Il caso verrà quindi dibattuto in aula.

RedMM/mas

Condividi