Quattro persone erano state arrestate a fine gennaio
Quattro persone erano state arrestate a fine gennaio (Ti-Press)

Cadei: scarcerati i figli

Restano invece dietro le sbarre il proprietario del gruppo e la sua dipendente. Settimana prossima il confronto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Giovedì pomeriggio la procuratrice Raffaella Rigamonti ha disposto la scarcerazione di due delle quattro persone arrestate alla fine di gennaio nell’ambito dell’inchiesta sul gruppo multimarca Cadei. Si tratta del figlio e della figlia del titolare, difesi dagli avvocati Elio Brunetti e Giuseppe Gianella. Restano invece dietro le sbarre, almeno per ora, il proprietario e la sua dipendente, che verranno messi a confronto settimana prossima.  

Il quartetto deve rispondere di vari reati, a cominciare da quello di truffa per mestiere. Come noto, la vicenda riguarda diverse decine di automobili di importazione, di cui non era stata segnalata l’immatricolazione all’estero. Cosa che avrebbe permesso – secondo la procura – di ingannare i clienti sul deprezzamento del veicolo, sui controlli di sicurezza e sulla scadenza della garanzia di fabbrica.

Gruppo Cadei, parla la difesa

Gruppo Cadei, parla la difesa

Il Quotidiano di domenica 02.02.2020

 

I quattro, però, respingono gli addebiti. Si tratterebbe di una questione di natura civilistica, senza alcuna rilevanza penale.

Prime scarcerazioni per il caso Cadei

Prime scarcerazioni per il caso Cadei

Il Quotidiano di giovedì 20.02.2020

 
Francesco Lepori
Condividi