Campione d'Italia (©Ti-Press)

Campione, Bellinzona sollecita

Il cantone scrive alle autorità italiane per chiedere rassicurazioni in vista dell'ingresso dell'enclave nello spazio doganale europeo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il canton Ticino sollecita le autorità italiane a fornire risposte in vista del 1° gennaio 2020, data che segna l'ingresso della comunità dell'enclave nello spazio doganale europeo.

Un passaggio dal quale probabilmente non ci si potrà sottrarre e che impone una serie di adattamenti comprese le modalità di collaborazione con il Ticino, che fornisce tutta una serie di servizi essenziali. I tempi per regolamentare il tutto stringono e Bellinzona ha invitato formalmente l'Italia a fornire risposte e garanzie, anche per il pagamento dei debiti contratti, dell'ordine di 5 milioni di franchi.

Dal canto loro i campionesi hanno annunciato martedì nel corso di una conferenza stampa di voler inoltrare un appello al presidente della Repubblica per frenare questo cambiamento che, è stato sottolineato, "stravolgerà la vita di molte persone e di una comunità ridotta allo stremo". Il timore di molti è che tra sei settimane vengano cancellati servizi essenziali per la comunità, come la raccolta dei rifiuti o la gestione delle targhe automobilistiche ma non solo, e che tutti si ritroveranno dall'oggi al domani confrontati con complesse pratiche doganali.

I timori di Campione

I timori di Campione

Il Quotidiano di martedì 19.11.2019

 
CSI/bin
Condividi