Il Cardiocentro di Lugano
Il Cardiocentro di Lugano

Cardiocentro, cinque anni di proroga

Il Consiglio di Stato offre cinque anni di transizione e la dipendenza diretta dalla direzione dell’EOC

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cinque anni di proroga. E' quanto ha concesso il Consiglio di Stato ticinese al Cardiocentro, per il passaggio della struttura sanitaria luganese dal settore privato a quello pubblico. Lo rivela domenica il Caffè.

Il Cardiocentro aveva proposto la creazione di un consiglio di istituto a sostituzione dell’attuale fondazione che lo gestisce e che sarà sciolta, come dicono i suoi statuti, alla fine del 2020. Poi aveva avanzato l’idea di una fase di transizione di quindici anni.

Il Governo, che ha fatto da mediatore tra le due parti, ha concesso cinque anni di transizione e la dipendenza diretta dalla direzione dell’EOC. Resta ora da vedere come reagirà a questa proposta il Cardiocentro.

redMM

Condividi