Il direttore degli impianti di Bosco Gurin
Il direttore degli impianti di Bosco Gurin ( © Ti-Press / Samuel Golay)

"Chiudo impianti e albergo"

Giovanni Frapolli categorico dopo l'assemblea patriziale di Bosco Gurin che si è opposta ai suoi piani di rilancio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Giovanni Frapolli ha deciso di chiudere gli impianti di Bosco Gurin, l'albergo e la casa di vacanza. Lo ha confermato alla RSI sabato mattina. Negli scorsi giorni aveva minacciato che avrebbe compiuto il passo se l'assemblea patriziale non avesse accolto le richieste presentate per rilanciare la località turistica durante tutte le stagioni. Così è stato ed ora intende mettere in pratica quanto detto. La chiusura dovrebbe essere effettiva dalla fine del mese. Intanto, assicura, ha già avviato contatti per spostare gli impianti in Ticino o all'estero.

 

L'imprenditore bellinzonese però lascia aperto un piccolo spiraglio e si dice disposto a tornare sui suoi passi, ma solo se i comuni della Vallemaggia e la politica regionale si muoveranno.

Venerdì i patrizi erano chiamati ad adottare due decisioni riguardanti l'imprenditore bellinzonese. Una sul mancato rispetto delle convenzioni del 2009 che li ha portati a decidere di stare in lite per la ricerca di un accordo. L'altra sulla concessione di un terreno per la zipline.

Ultima stagione a Bosco Gurin?

Ultima stagione a Bosco Gurin?

Il Quotidiano di sabato 17.04.2021

 
Diem/TG12.30
Condividi